mercoledì 24 aprile 2013

C'era una volta un Giubbino di Jeans... (True Story)





C’era una volta un giubbino di jeans triste e sconsolato.
Si aggirava nel guardaroba circondato da tante altre giacche colorate e decorate, che lo facevano spesso sentire pervaso da una sensazione di inadeguatezza e di disagio.
C’erano giacche con stampe e fantasie vivaci che chiacchieravano allegramente ed eccentricamente tra loro, raccontandosi con fare compiaciuto le proprie uscite…chi con pantaloni dalle lunghe gambe da urlo, chi con minigonne sempre al centro dell’attenzione, chi con amiche borse guardate con grande invidia da tutti…
C’erano poi giacche di lamè e giacche con applicazioni di strass e di paillettes, che facevano capannello tra loro spettegolando e ricordando con aria un po’ snob le serate speciali, gli inviti a party esclusivi e quanto fossero ogni volta inebrianti le bollicine dello champagne.
C’erano anche giubbini in pelle di varie tonalità, che avevano invece un piglio più sportivo e a tratti un po’ rock.


 Il giubbino di jeans osservava i suoi vicini di gruccia e ascoltava con attenzione e curiosità i loro racconti. E sebbene sentisse da più parti parlare dell’eleganza del minimalismo, spesso con una strana formula che suonava più o meno come Less is more, lui continuava a desiderare ardentemente di poter dar sfogo alla propria solarità ricoprendosi di colori, luccichii, pietre, perle, accessori dorati e maculati.






Molte sere nel buio della cabina armadio era così afflitto ed amareggiato, che si sarebbe addirittura ubriacato come una Sue Ellen qualunque, non fosse che il pensiero di dover poi partecipare alle riunioni degli “alcolisti griffati” lo metteva talmente in ansia, da distoglierlo repentinamente dal malsano intento.


 Ma un bel giorno, dopo i mesi freddi trascorsi in assoluta tranquillità e inoperosità nel guardaroba, disturbato dalla luce di un raggio di sole che filtrava dalle tende, si risvegliò su un rigido tavolo da lavoro. Tra uno sbadiglio e l’altro si stropicciò i bottoni e notò accanto a sé ritagli di tessuto di diversi materiali e fantasie, pietre colorate, ciondoli, cuoricini, croci e angioletti dorati e addirittura campanellini tintinnanti.
<< Uè, buongiorno carissimo! Senti, noi avremmo deciso la location per discutere della nostra joint venture davanti a un ottimo brunch. Proseguiremo con un brainstorming e nel corso del meeting il nostro socio ci farà un briefing per l’andamento del team-work. Allora, ti giro la mail? Ci stai o no?>> disse incalzante un ciondolo ambrato.
 
Il giubbino, dopo un attimo di smarrimento, si fece spiegare dagli allegri e gioviali campanellini di cosa si trattasse in un linguaggio più comprensibile e quando capì, accettò la proposta di buon grado! La voglia di vedersi trasformato come aveva sempre desiderato era talmente forte, da fargli persino sopportare stoicamente il fastidio delle punture di ago e filo. Quando alla fine del lavoro si specchiò, ne fu entusiasta!

Cominciò così ad accompagnarsi spesso con pantaloni, jeans, gonne lunghe, abitini svolazzanti, sentendosi come sulla passerella di una fashion week… finalmente bello, trendy e felice!













Giubbino Jeans: realizzato da me (con l'aiuto di mamma, perchè io Sono una donna, non sono una saRta!)
Pantaloni: Gucci
Scarpe: Dolce & Gabbana
Borsa: Bruno Amaranti
Occhiali: Blumarine
Bracciale e anello cuore: Guess
Collana: realizzata da me



venerdì 19 aprile 2013

ALV Andare Lontano Viaggiando by Alviero Martini









ALV
come Andare Lontano Viaggiando, ma anche come le lettere iniziali di Alviero. Alviero Martini, lo "stilista viaggiatore" che da oltre 20 anni ha reso protagonista delle sue creazioni la passione per i viaggi, per la scoperta di nuove culture, nuovi colori, nuovi sapori, nuovi stimoli.
Tutto partì dal 1987, dal ritrovamento a Mosca di un affascinante planisfero e dall’idea di appiccicarlo su una vecchia valigia: nacque così una originale linea di borse e valigie caratterizzate dal motivo della carta geografica. Un enorme successo, l’apertura di boutique in tutto il mondo, fino al 2005, quando Alviero Martini decise di avventurarsi in un nuovo viaggio nello stile: i timbri sui passaporti dei suoi viaggi compiuti intorno al mondo diventarono così i nuovi protagonisti, dando vita alla collezione ALV.

“Ogni frontiera superata è un timbro, ogni timbro è una conquista!”.
Questo è lo spirito con cui Alviero Martini ha creato ALV, che racchiude nel nome stesso il mantra della moderna donna viaggiatrice, sempre alla ricerca di un connubio tra comodità e stile.

Trovo che le collezioni ALV siano anche in qualche modo un invito al viaggio...che si viaggi per svago, per lavoro, per andare alla ricerca di se stessi...o che si viaggi anche semplicemente con la fantasia, non esiste sensazione di libertà più inebriante per l'anima e per gli occhi di quella che si prova viaggiando!

Personalmente sto avendo modo di testare diversi articoli ALV (borse, pochette, portafogli, cinture, foulard) e per la qualità dei materiali, per la praticità, per la cura dei dettagli rigorosamente made in Italy, ne sono entusiasta!









Leather Dress: Moschino
Bag: ALV by Alviero Martini
Foulard: ALV by Alviero Martini
Sunglasses: Burberry
Bangle: D&G
Bracelets wood: www.lagrenadine.com



martedì 9 aprile 2013

Python mania







In principio fu il serpente.
E ora ci risiamo.
No, nessun Paradiso terrestre con Eva ingannata e che a sua volta inganna Adamo, ma secondo l’oroscopo cinese è iniziato, ormai da un paio di mesi, l’anno del Serpente. L’animale simbolo della sensualità, dell’astuzia, del piacere, dell’immortalità, della rinascita, della guarigione, della forza, preannuncia un periodo di conquiste interiori e grandi trasformazioni personali. Ma anche di morsi letali e di possibili colpi di coda.

E anche la moda sembra essersi lasciata influenzare dall’astrologia, proponendoci per questa primavera un intero velenosissimo guardaroba: un tripudio di stampe pitonate in varie sfumature e accessori serpeggianti coordinati.
La saggezza popolare cinese vuole che un serpente in casa porti fortuna e allontani le sventure. Personalmente al momento lo trovo un po’ impegnativo come animale domestico, quindi per ora ho optato per portarmi a casa questa borsa pitonata di Roberto Cavalli!

 























Borsa: Roberto Cavalli
Stivali: Roberto Cavalli
Orologio: Roberto Cavalli
Sciarpa: Blugirl
Occhiali: Blumarine
Maglioncino: Guess
Trench: Shapes - Made in Italy
Shorts: Bershka







domenica 7 aprile 2013

To BEE or not to BEE





This is the problem.
E’ vero. Lo confesso. Ci sono cose che mi provocano un certo ribrezzo, misto a senso di panico. No, non sto parlando delle Crocs, nè delle calze smagliate e nemmeno delle spalline imbottite sotto le giacche.
Sto parlando di quelle creature volanti o striscianti munite di una moltitudine di zampe, peli, ali, corpi sproporzionati, enormi occhi scomposti. Ok, le libellule sono belle, le farfalle fanno sognare, le api sono utili…ma hai voglia a convincermi a trovare qualcosa di vagamente poetico negli scarafaggi, nelle zanzare o nei calabroni!
C’è però un’eccezione. Ho ricevuto in questi giorni un regalo speciale, un anello che raffigura una piccola ape poggiata sui fiori. E devo ammettere che trovo decisamente più piacevole esplorare il mondo degli insetti, quando sono riprodotti su gioielli o accessori (come pare essere proprio il trend di questa stagione, a giudicare dalle proposte di Alexander McQueen, Schield e della bravissima Delfina Delettrez ).

E voi, siete pronte a spiccare il volo e…a pungere quando necessario? :-)

SCHIELD, Bracciale Bee

SCHIELD, Orecchini Bee

SCHIELD, Bracciale Formica con Swarovski




DELFINA DELETTREZ, Grandma Bee Bracelet

DELFINA DELETTREZ, Orecchino Singolo To Bee or not To Bee

DELFINA DELETTREZ, Anello Alveare

DELFINA DELETTREZ, Cuff-links (uomini, un pensiero anche per voi!) 
DELFINA DELETTREZ, Orecchini con perla

ALEXANDER McQUEEN, Bracciale con Libellula




ALEXANDER McQUEEN, Collana con Teschio e Libellula

ALEXANDER McQUEEN, Mocassini Slipper in camoscio con Api ricamate



ALEXANDER McQUEEN, Pochette Knucklebox in raso con Api ricamate










giovedì 4 aprile 2013

In the name of Gold







Solare
Vistoso
Opulento
Luccicante
Regale
Prezioso
Abbagliante
Vitale
Illuminante
Fiero
Deciso
Lussuoso
Elegante
Coraggioso
Incorruttibile
Intenso
Forte
Incantevole
Armonioso
Splendido
Charmant

In una parola, ORO.

Indoriamoci! Sarà il giusto investimento per ottenere un surplus di glamour! ;-)











 

 



 







Jeans con ricami e bordo di astrakan: Dolce & Gabbana
Giacchino lana bouclè: Class Roberto Cavalli
Borsa: Savini Bettina
Scarpe: Gucci
Cintura: Moschino
Cappellino: Colours Beauty
Bracciale, anello, orecchini tigrati: Guess



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...